"Andava meglio quando andava peggio?"

Una volta tutti i servizi erano più vicini all'utente di quanto non lo sia oggi
C'è un concetto nell'articolo della Provincia di oggi pronunciata dal comitato contro la chiusura dell'ufficio postale di Buzzoletto che non può non far riflettere. Si dice che "perfino durante la guerra era rimasto attivo l'ufficio postale". In realtà, se si guarda la vicinanza dei servizi ai cittadini come una conquista civile, è evidente che in passato essa fosse più capillare ed efficiente di oggi. Basti vedere le scuole, (girando per le basse si vedono ancora le micro-scuole per i ragazzi figli di contadini), gli ospedali (c'era quello di Viadana ma perfino a Brescello) i trasporti, le stazioni dei paesini sono state tutte smantellate, una volta tutto era più vicino all'utente di quanto non lo sia oggi. Tutto viene accentrato rendendo sempre più distante il servizio dall'utente finale. Come non vedere che c'è stato un progressivo peggioramento? Vederci un progresso è ben difficile. Sostanzialmente viviamo in una società che si vanta di essere sempre più progredita e poi si assiste a delle palesi regressioni non già di piccola portata ma epocali e irreversibili in nome della razionalizzazione. Basti vedere quello che accade con l'ospedale Oglio Po che viene progressivamente spostato a Cremona pezzo dopo pezzo spacciando tale spoliazione per una scelta intelligente che migliorerà il servizio. Queste scelte prese ai piani alti della catena di comando si riverberano con conseguenza dannosissime per la bio-diversità sociale dal momento che si favorisce l'esodo dai piccoli centri alla città. Ma, detto questo, è giusto anche dare soluzioni alternative altrimenti sarebbero parole vuote. Per tornare agli uffici postali soppressi se si vuole riavvicinare il servizio alle persone anziane perché non allestire uno sportello che raccolga le deleghe con cui andare a ritirare la pensione in loro vece e poi consegnargliela a Buzzoletto o Bellaguarda? E anche nel centro di Bellaguarda non sarebbe possibile allestire un ufficio pubblico per il disbrigo di pratiche simili (pagamento bollette, ritiro pensioni, acquisto farmaci ecc.)? Soprattutto oggi che per tante cose basta un computer collegato a internet. Queste sono domande e proposte non critiche, se il pubblico non può farlo  allora sorge davvero il sospetto che andava meglio quando si stava peggio. (dir.)