Cicognara. Tentato scasso alle Poste

Ladri "manovali" prendono a mazzate la finestra blindata che non cede
Due malviventi col volto coperto - alle 8:40 circa della mattina di ieri - si sono messi a prendere a mazzate il vetro blindato che dà in una zona dell'ufficio postale non aperta al pubblico ove è ubicata la cassaforte. Non ci sono riusciti perché il vetro blindato ha retto i colpi. A raggiungere la cassaforte miravano i due loschi figuri quando - non certo avvezzi ai metodi di Arsenio Lupin - hanno cominciato a picchiare con mazze sul vetro della finestra che avrebbe consentito loro di evitare i banchi che dividono la zona aperta al pubblico da quella riservata. Secondo i loro intenti, una volta penetrati, avrebbero con mezzi coercitivi imposto agli impiegati di consegnare loro il denaro. Questo il progetto alla cui realizzazione avevano premeditato - ed eseguito nottetempo -  le azioni preliminari per agevolarlo, ossia allargare le sbarre di protezione della finestra ed oscurare la video sorveglianza col vecchio trucco di deviare le telecamere verso l'alto. Devono avere deciso di desistere quando - dopo alcune mazzate senza esito - erano già sotto osservazione di alcuni passanti richiamati dal fragore ragionando tra loro che - se di lì a poco, non avessero celermente sgomberato - sarebbero stati certamente acciuffati. In esecuzione a questa loro elementare equazione si sono imbarcati sulla loro utilitaria (di colore bianco) e si sono dati ad una precipitosa fuga.
(Gazzetta/Provincia)