Viadana. Cavatorta (Lega): "Basta tavoli"

In merito ai problemi che sta generando la crisi anche a Viadana mi viene da dire: basta tavoli, non siamo un ristorante. Abbiamo gia' il tavolo sulla sicurezza, quello sui trasporti, la consulta del volontariato, la commissione pari opportunità, ecc ecc: con tutto il rispetto per chi si impegna, quello che voglio sottolineare e' che tutto questo proliferare di riunioni, tavoli invocati e convocati cosa risolveranno? In una situazione attuale del genere?La gente vuole risposte e segnali: come, ad esempio, un'inversione nelle tariffe delle soste a pagamento in centro, vanno diminuite e riportate agli importi precedenti. Questo davvero sarebbe un segnale contro le difficoltà dei viadanesi. La sospensione dei pagamenti per 15 giorni in vista del Natale delle strisce blu va bene ma e' solo un palliativo, dal 28 dicembre saremo da capo. In Italia quando si vuole parlare e parlare si istituisce una commmissione...Ci sono una giunta, addirittura un assessorato ad hoc, una maggioranza (?) che dovrebbero governare: credo sia piu' che sufficiente per affrontare i problemi, anche se certi problemi, c'è da ricordare, sono più grandi di noi. Si passi dai tavoli ai fatti. In attesa che si approvi finalmente il Regolamento comunale che normi la babele dei contributi comunali, alla cui discussione ci porremo aperti e collaborativi, ho già pronto le nostre istanze.
Giovanni Cavatorta