Viadana. Vuole contributi, aggredisce il sindaco

Momenti di tensione e panico nel tardo pomeriggio di ieri in Comune quando un uomo  è salito nell'ufficio del sindaco - che stava con altri assessori e tecnici svolgendo la seduta di giunta - dando in escandescenze. Il fatto si può così ricostruire interpolando i resoconti dei giornali: il giovane uomo di Viadana "si è scagliato contro il sindaco urlando minacce di morte e improperi, dicendo all'incirca: "Sono senza soldi mi serve un aiuto datemi dei contributi o vi ammazzo". (Provincia). Secondo la Gazzetta l'uomo si è barricato in un ufficio e poi ha anche minacciato di gettarsi dallo scalone. Tutti, assessori e polizia locale, si sono prodigati per calmare l'uomo. "Quindi l'assessore alle nuove povertà Tipaldi ha conferito con l'uomo assicurandogli che la sua situazione sarà presa in esame" (Gazzetta). L'episodio è durato diverse ore finché non si è concluso con l'uomo portato via da un ambulanza e un auto medica dopo che l'aggressore per il nervoso si è anche sentito male. La Gazzetta spiega anche perché la nuova Urp si farà all'ex Galleria Bedoli, appunto perché "così facendo si permetterà d'interdire al pubblico gli altri uffici".