Furti a Cogozzo. Ladre mangiavano noci

In una delle abitazioni razziate gli inquirenti hanno rinvenuto impronte di scarpe non superiori al 37 - il che fa sospettare che appartenessero a donne - e gusci di noci. Un raid di furti a Cogozzo nel fine settimana in cui sono stati messi a segno tre furti in abitazione mentre i padroni erano fuori casa col sospetto che i ladri conoscessero le abitudini dei residenti. Il primo furto è stato messo a segno in via Pescatori, un nuovo quartiere, presso due villette gemelle, nella prima sono penetrati da una finestra rovistando in cassetti ed armadi. Hanno mangiato delle noci lasciando i gusci. Dopo avere fatto i lori porci comodi i malviventi se ne sono andati con oro e contanti. Nella seconda casa sono entrati dal balcone dopo avere tentato inutilmente di forzare le finestre andandosene con gioie, denaro e una telecamera. Infine - forse la stessa banda - è entrata in una abitazione posseduta da una coppia di mezza età in via Tazzoli a poche decine di metri in linea d'aria dalle altre case razziate. (Gazzetta)