Parco Oglio sud, censimento uccelli

FOTO DI LIVIO ZAPPELLA - www.liviozappella.it
I censimenti invernali degli uccelli acquatici - International Waterbird Census - costituiscono in Italia - e non solo - una delle più continue e regolari forme di monitoraggio ornitologico. I risultati attualmente disponibili sono stati ottenuti grazie a dati raccolti da un numero elevato di collaboratori, spesso a solo titolo volontaristico, pur essendo richiesta una notevole capacità tecnica. Le attività di campo, coordinate di solito a livello regionale o provinciale, prevedono un singolo sopralluogo in ciascuna zona umida, effettuato ogni anno intorno alla metà di gennaio. Il progetto internazionale IWC, che in Italia fa capo all'Istituto Superiore per la Protezione e Ricerca Ambientale (ISPRA), sede bolognese (ex-INFS) mira a:   

 -stimare le dimensioni delle popolazioni delle varie specie di uccelli acquatici;   
 -descrivere le variazioni numeriche e distributive di queste popolazioni;   
 -stabilire l'importanza dei singoli siti di sosta, nel contesto generale dell'areale di svernamento.
 Tutte le specie di uccelli acquatici (secondo una definizione tassonomica), e alcuni rapaci legati alle zone umide, sono l'oggetto dei censimenti svolti annualmente sull'intero territorio italiano. Anche a livello nazionale, la distribuzione delle presenze e le variazioni numeriche osservate rappresentano un indice tra i più idonei a descrivere lo stato di conservazione delle popolazioni  locali e a determinare il valore delle singole zone umide come aree di sosta delle diverse specie.  Il Parco Regionale dell'Oglio Sud aderisce anche quest'anno al censimento, nel periodo utile da giovedì 10 gennaio a domenica 27 gennaio, che sarà coordinato dal naturalista Lorenzo Maffezzoli. In campo molti appassionati del Gruppo Mantovano di Ornitologia, Guardie Ecologiche Volontarie, LIPU sezione di Canneto sull'Oglio.