"San Matteo e Bellaguarda potrebbero sparire dalla carta geografica"

"Se in caso di piena si dovesse aprire una falla nell'argine il territorio da San Matteo e Bellaguarda verrebbe cancellate dalla carta geografica". E' questa la funesta ipotesi fatta dal comitato "Aiutiamo l'ambiente" lanciata dalle colonne della Provincia. In un volantino dal titolo "Non è questa la città che vogliamo" il comitato denuncia che la strada dell'argine è piena di buche; tra San Matteo e Cizzolo la strada arginale presenta crepe e cedimenti rattoppati tanto da far temere un disastro di dimensioni apocalittiche in caso di forte pressione delle acque per una forte piena. E qualora - continua il comitato - il traffico dalla strada arginale venisse deviato in via Fossola e via Terzone queste strade dovrebbero essere rinforzate per reggere anche il traffico pesante. Altri problemi evidenziati la mancanza di informazione sull'indagine epidemiologica e ancora le tante chiusure del ponte di Torre D'Oglio soggetto alle molte chiusure per il meteo che creano molti disagi alle popolazioni residenti.