Viadana. Diversità di vedute tra Maggiornanza e Sindaco

Caserma dei Vigili, Piscine e Arena gli scogli da superare
L'articolo di punta oggi sella Provincia approfondisce la situazione politica dell'amministrazione viadanese alle prese con alcuni importanti  e costosi provvedimenti anche alla luce delle difficoltà di bilancio espresse ieri sulla stampa.
A seconda da quale prospettiva la si guardi, la situazione politica può essere definita di normale dialettica politica all'interno della maggioranza oppure di forte rottura tra alcuni consiglieri appartenenti ai partiti che sostengono il sindaco e il sindaco stesso. La discussione verte su punti specifici che vedono "diversità di vedute" tra alcuni consiglieri e sindaco.
 Il primo scoglio è sui Vigili del fuoco
 Il sindaco Penazzi vorrebbe una caserma costruita ex novo con un impegno di oltre 1 milione di euro reperibili anche dalle risorse della Fondazione Ponchiroli ora giacenti in banca in modo - a suo dire - quasi infruttifero. La proposta del capogruppo PD Zanazzi è invece quella di rimettere a norma la caserma attuale per un impegno di soli 250mila euro. Il sindaco premerebbe per una caserma nuova al fine di mettere al sicuro la presenza dei Vigili del Fuoco a Viadana sperando in una collaborazione in termini di finanziamento anche da parte dei comuni limitrofi interessati. Anche su questa proposta ci sarebbero contrarietà.
Ristrutturazione Piscine ed Arena
Non solo, ma il consigliere dell'Udc Domenico Ferreri (compagine che sostiene il sindaco) fa emergere due altre questioni. Prima la questione della piscina verso la quale ci sarebbero degli investimenti ingenti  per riqualificarla, si parlerebbe di 900mila euro una somma che dice Ferreri è "assurda" e sprovvista di garanzie di ritorno. Ferreri poi si dichiara contrario all'ipotesi di spendere 200mila euro per risistemare l'Arena, tal proposito il consigliere chiede che fine abbia fatto il concorso di idee che fu a suo tempo indetto.