Argine San Matteo. Arrivano i soldi?

Il punto di domanda è prudenziale visti i precedenti, anche se ci sono due autorevoli fonti a confermarlo: la Gazzetta ed il consigliere regionale Bottari. In un articolo a 4 colonne il giornale dice che: "Il pirellone - ovvero la Regione - ha già stanziato le risorse che sarebbero a disposizione dell'Aipo (agenzia per il Po) 1 milione e 400mila euro di cui 800mila per la ristrutturazione dell'argine e 600mila anticipati alla provincia per la riqualificazione della strada sulla sommità dell'argine. Argine e strada che dovrebbero ricevere la tanto invocata manutenzione strutturale con interventi che non siano tampone ma che mettano finalmente in sicurezza sia l'importante via di comunicazione sia la resistenza dell'argine alle piene, forse rimaneggiata in alcuni tratti e che i precedenti interventi dei mesi scorsi non sono valsi a rassicurare la popolazione. I residenti temono inoltre un dirottamento del traffico - nelle more del cantiere - sulle vie cittadine dei centri abitati non adatte a ricevere né l'aumento del numero né il peso di veicoli da trasporto di merci. Se le congiunzioni astrali saranno favorevoli i lavori inizieranno in estate. La strada dovrebbe essere allargata e raddrizzata, l'argine rinforzato. Questi gli annunci.