Viadana. Consiglio comunale di fuoco

Penazzi e Sartori
Il Pd blinda i sui uomini. Fiducia anche alla Sartori. Saccani e Tipaldi impallinati dal "fuoco amico"
La Gazzetta parla del consiglio comunale di ieri sera come una battaglia campale che ha lasciato sul campo un caduto e mezzo. Si tratta degli assessori Tipaldi e Saccani "impallinati" - scrive il giornale -  dai franchi tiratori che a scrutinio segreto hanno votato contro la fiducia all'assessore Tipaldi. Saccani anch'esso sfiduciato è stato poi ripescato con un secondo voto di fiducia dato in blocco a tutti gli assessori del Pd. Il primo assalto è stato portato dal consigliere Barzoni che aveva predisposto tre distinte mozioni di sfiducia ad altrettanti assessori: Federici,Tipaldi e Saccani; nel segreto dell'urna questi ultimi due sono stati di fatto sfiduciati dal consiglio, e per quanto riguarda Saccani (Pd) è stato un colpo di scena in quanto vittima di "fuoco amico". Questo già basterebbe a far capire che aria tira in consiglio in generale e nel Pd in particolare. Il secondo scontro si è svolto tra il sindaco e il gruppo consiliare Pd che ha messo in votazione la fiducia in un pacchetto unico a tutti e tre i consiglieri Pd, ivi compresa Ines Sartori (sfiduciata dal sindaco). La fiducia ai tre è passata (salvando Saccani) mettendo - dice la Gazzetta - "Penazzi ...con le spalle al muro"
Cosa succede adesso? 
Per ora niente. Il Pd blinda i sui uomini confermando la fiducia anche alla Sartori. Anche Tipaldi potrebbe salvarsi perché è il sindaco - non il consiglio - a decidere gli assessori.
Ma ora l'amministrazione naviga a vista. Molti osservatori rilevano che i toni del conflitto si sono spinti ben oltre quel limite che avrebbe potuto consentire un'eventuale ricomposizione.