Viadana. Vertenza salariale al macello Ghinzelli

Dopo le promesse e i sacrifici da parte dei dipendenti dalla Ghinzelli finalizzati alla salvaguardia dei posti di lavoro pare che la seconda parte del premio maturato legato alla riorganizzazione non verrà pagato. I dipendenti in sciopero da lunedì chiedono un tavolo per l'apertura di una trattativa. Secondo i lavoratori alla base della vertenza ci sarebbe il venir meno delle promesse fatte sulla base di un accordo fatto che commisurava i premi all'aumento della produzione. Aumento (300 maiali macellati all'ora) che ci sarebbe stato senza che l'azienda corrispondesse i relativi premi. I lavoratori rifiutano di portare sulle spalle il costo di una ristrutturazione che ha chiesto loro prima i sacrifici senza restituire alcun beneficio.