Viadana. Piogge: danni alla circolazione, strade e Agricoltura

Attesa per oggi l’ondata nel Mantovano ma Il Po non fa ancora paura
Maltempo, la tregua di oggi lascia sperare in un allentamento della crisi ma sono tanti i danni che la pioggia sta arrecando al territorio. Non solo danni alla circolazione (viabilità difficile col parmense) ma al manto stradale delle vie stesse con ingenti somme per ripararle ma anche all'agricoltura con ritardi nelle semine.
CIRCOLAZIONE
Molti fossi nelle basse di Viadana e Casalmaggiore (per non parlare del reggiano, parmigiano e modenese, che ha chiesto lo stato di calamità) sono tracimati. La Gazzetta riferisce di crolli e ponti chiusi in Emilia. Il secchia cresce di mezzo metro all'ora. Attesa per oggi la piena nel Mantovano anche se il Po non desta ancora preoccupazione. Nel Viadanese la situazione non è pesante come nella vicina provincia di Parma benché ieri siano piovuti 40 millimetri in un sol giorno mettendo alla prova il sistema idrico minore (Fossi e canali). Chiusa la strada di Sabbioni che da Motta San Fermo porta a Vicomoscano, allagamenti a Capella, a Cogozzo ha esondato un fosso invadendo le coltivazioni.
Il Consorzio Navarolo che ha subito aperto le paratie per favorire lo scolo delle acque.
AGRICOLTURA
Il ritardo con cui si potrà accedere ai campi per le semine provocherà - dicono gli esperti - l'impossibilità dello sviluppo completo delle colture che - partendo in ritardo potrebbero non arrivare alla loro completa maturazione. I campi sono impraticabili anche per mezzi potenti ed attrezzati come trattori che rischiano anch'essi di piantarsi nel fango generato dalla terra inzuppata da giorni e giorni di pioggia. Tutti si aspettano forti riduzioni di rese nei prossimi raccolti”.