Fiume Po. Livello alto invase le golene

Bollettino dell'AIPO
Oggi il colmo di piena transitera’ tra Casalmaggiore, Boretto e Borgoforte, superando il livello 2 di criticita’ (criticita’ moderata), anche in ragione dell’apporto degli affluenti lombardi ed emiliani. 

Parma, 18 maggio 2013
FIUME PO, IL COLMO DI PIENA TRA PIACENZA E CREMONA
I
l colmo di piena del Po è transitato a Ponte della Becca nella serata di ieri, 17 maggio, registrando 3.58 m sullo zero idrometrico, e ha raggiunto la sezione di Piacenza stamattina, sabato 18 maggio, con un valore nell’intorno dei 6 m s.z.i, prossimo al livello 2 di criticità.
Tra il pomeriggio e la sera di oggi il colmo raggiungerà la sezione di Cremona con valori di poco superiori al livello 1 di criticità (criticità ordinaria). Nel corso della giornata di domani, domenica 19 maggio, il colmo di piena si propagherà progressivamente  tra le sezioni di Casalmaggiore, Boretto e Borgoforte, superando il livello 2 di criticità (criticità moderata), anche in ragione dell’apporto degli affluenti. Il colmo dovrebbe raggiungere la sezione di chiusura del bacino, a Pontelagoscuro, nella nottata di martedì 21 maggio e successivamente nel Delta Po. Su Valle d’Aosta, Piemonte e Liguria occidentale la pausa delle precipitazioni registrata in queste ore verrà interrotta nella seconda parte della giornata di oggi da precipitazioni diffuse e persistenti, anche a carattere intenso, determinando un nuovo innalzamento dei livelli degli affluenti piemontesi e sull’asta del Po tra Carignano e Isola San Antonio con valori superiori al livello 2 (criticità moderata). Si ricorda che per effetto dell'innalzamento dei livelli  si può determinare l'allagamento delle aree golenali aperte, mentre non si prevede l'interessamento delle golene chiuse. Le strutture, compresi i percorsi ciclo-pedonali, poste nelle aree golenali aperte e in generale nelle zone prospicenti il fiume possono quindi essere interessate dalla piena. Si raccomanda pertanto la massima attenzione lungo tutto il corso d'acqua. La situazione del Po e dei corsi d’acqua del bacino è seguita dagli uffici territoriali AIPO e monitorata dalla Sala centrale AIPo del Servizio di piena, in coordinamento con i Centri funzionali delle Regioni, le strutture di Protezione Civile e gli Enti competenti. http://www.agenziainterregionalepo.it/servizio-di-piena/news-servizio-di-piena.html