Notizie flash gio. 25 lug. 2013

Viadana. Azienda chiede i danni per la grandinata
La Gazzetta riporta la notizia che un imprenditore di Viadana sarebbe deciso ad andare fino in fondo sulla questione dei risarcimenti per la recente e rovinosa grandinata del 13 luglio scorso. E sarebbe - scrive la Gazzetta - pronto un esposto contro il consorzio di Bonifica Navarolo". L'imprenditore, Cesare Rovina che ha subito allagamenti nel suo capannone che hanno reso inservibile parte della merce stoccata ritiene che ci siano state manovre sbagliate o in ritardo nell'apertura delle paratie e che tale inerzia avrebbe impedito il corretto scolo delle acque piovane. Secondo il resoconto piuttosto dettagliato - sulla mancata apertura delle paratie - fatta dall'imprenditore  (titolare della Gi-erre, nei pressi della Conad) risulterebbe che alcune paratie lungo i fossi - che  avrebbero garantito il drenaggio delle acque fossero chiuse durante il disastro e riaperte subito dopo quando "i buoi erano scappati". In particolare il Canale Cagabasso sarebbe sto chiuso durante la pioggia ma - racconta l'imprenditore - in secondo sopralluogo dopo la grandinata alle 8,45 magicamente era stato aperto. L'imprenditore si sarebbe quindi rivolto ad un avvocato per poter recuperare il danno subito esortando le istituzioni perché si adoperino affinché questi disastri non si ripetano.
Viadana. Prestigiosa stagista
Soddisfazione in ambito scolastico per l'istituto Sanfelice di Viadana che ha visto una delle sue studentesse aggiudicarsi uno dei dieci posti per L'istituto milanese di oncologia molecolare. Si tratta di Giada Toso studentessa al quarto anno che terrà uno stage di due settimane.
Viadana. Rinvenuta carcassa di scoiattolo
La Gazzetta riporta la curiosa notizia che il ritrovamento della carcassa di uno scoiattolo è stata ritrovata sulla strada che va dalla rotatoria della Scassa a quella del centro commerciale. Il giornale ha sentito l'opinione di una guardia ecologica del parco Oglio Sud, tal Lino Pettinà il quale racconta che nel territorio - probabilmente anche a causa del minore inquinamento - sono ricomparse - oltre agli scoiattoli - alcune specie che in passato si erano rarefatte, tipo istrici, tassi e procioni.