Mantova. "Carolibri? Studenti con cellulari da 400 euro"

"Perchè non digitalizzare i libri di testo e farne un app per gli smartphone o tablet? 
I genitori che spendono 400 euro per il cellulare dei figli poi si possono lamentare se i libri costano cari? Questo l'interrogativo che emerge da un interessante  un'intervista della Gazzetta di Mantova al neo-provveditore agli studi di Mantova Patrizia Graziani. Domani quasi 54 mila studenti tornano sui banchi di scuola. Ma il caro libri non è l'unico problema. "Si è compiuto un grande sforzo per avere tutti i professori in tempo per l'inizio dell'anno ma invito gli enti locali sui disabili". Sono 127 gli studenti delle superiori che hanno bisogno del sostegno ad personam. Il provveditore continua sulle "classi pollaio" un termine forse un po' brutale per descrivere le classi troppo numerose (e chiassose) dicendo che i presidi devono tenere conto della capacità ricettiva dell'istituto ma il problema sembra sia in diminuzione. Alzando la discussione di quota appare lampante la domanda "Ma perchè non digitalizzare i libri di testo e farne un app per gli smartphone o tablet?