Torre D'Oglio. "Serve un milione"

Su convocazione del presidente Alessandro Pastacci si e' tenuta oggi una riunione per attenuare e ridurre drasticamente i giorni di chiusura del ponte che soprattutto a causa delle magre estive del fiume provoca interruzioni del traffico sulla provincale. Erano presenti i sindaci e i loro delegati dei comuni  di Viadana, Dosolo, Pomponesco, Marcaria  rispettivanente Penazzi e Saccani (viadana), Baruffaldi (Pomponesco); Malatesta (Marcaria) e vice sindaco di Dosolo ei  funzionari dell'ufficio tecnico della provincia. Il problema consiste nella sostituzione  delle chiatte in cemento  non adatte a sopportare pesi quando appoggiate al fondo con altre in acciaio. I costi per un intervento ammontano a circa un milione di euro bloccati dal patto di stabilita. Si interessera' la Regione Lombardia per chiedere deroga al patto per questi lavori urgenti. Tutti i sindaci concordano sulla proposta del presidente.