Bellini. Bretellina: C'è uno studio di Fattibilità

Studio di prefattibilità della bretellina di collegamento delle due provinciali SP57/SP59
Dino Bellini interviene di nuovo sulla viabilità nelle frazioni Nord di fronte all'urgenza di non gravare gli argini dei pesi degli autocarri. E' stato redatto - dice Bellini - un primo studio organico che viene  dall'ufficio tecnico della Provincia.
Sono stati studiati anche i flussi di veicoli che utilizzerà la strada provinciale di collegamento.
Circa 2500 autoveicoli compreso quelli pesanti. L'opera non può più essere rimandata considerando (a rottura dell'argine che la sostituiva.

E' necessario la solidarietà di tutti i territori di Viadana e in particolare degli industriale a fare
di chi opera nei poli industriali di Dosolo e Cizzolo che danno lavoro a più di 750 persone e la loro
competitività.
Bellini richiama all'urgenza e propone di dirottare parte dei fondi per la Gronda Nord per la bretellina: "Per queste ragioni e per la situazione di emergenza creatisi che mi sono permesso di proporre l'utilizzo delle risorse del quarto lotto della Gronda Nord. Progetto che è a stralci funzionali. Perciò con il terzo lotto, a metà percorso della Kennedy libera il traffico pesante su cinque centri compreso Cicognara e Cogozzo.
Il quarto lotto previsto per una spesa, se non erro di circa 9.000.000 di euro sufficienti a realizzarela bretella di collegamento delle due Provinciali,andrebbe spostato su questo obbiettivo.Si potrebbe volendo recuperare anche circa 600mila euro, stralciando dal
progetto (consolidamento idraulico dell'argine Maestro (Tarantola - S.Matteo) la terza corsia stradale dinessuna utilità se la portata rimane di 7,5 ton e il ponte di torre d'oglio 1,5 ton.
Siamo certamente in una situazione di difficoltà finanziaria ed è perciò d''obbligo avere buon senso nell'utilizzodelle risorse e solidarietà tra i poli industriali Casalmaggiore - Viadana -Pomponesco- Dosolo- Cizzolo e i lori territori."