Viadana. Quattro studentesse fermate per taccheggio di cosmetici

Polizia tedesca  (repertorio)
Erano in gita in Germania con la scuola, liberate su cauzione
Quattro studentesse 18enni del Sanfelice di Viadana sono state fermate dalla polizia tedesca dopo che avevano tentato di rubare dei cosmetici nel negozio di un centro commerciale. Sono state poi rilasciate solo dietro pagamento di una cauzione.
La classe si era recata in gita culturale in Germania per visitare i luoghi tristemente noti per l'olocausto quando in una pausa tra una visita e l'altra le 4 studentesse si sono recate in un negozio di cosmetici all'interno di centro commerciale e una volta dentro hanno tentato di eludere la sorveglianza dopo essersi appropriate di qualche oggetto di cosmetica. Nulla di grande valore quindi  - solo qualche euro - ma questo non è bastato per impedire che a cosa fosse messa nelle mani della polizia che ha tradotto le ragazze alla centrale. Le ragazze sono poi state rilasciate solo dietro pagamento di una cauzione. La gita è proseguita affinché - oltre al contrattempo provocato - l'episodio non andasse a ripercuotersi anche sul resto degli studenti che avevano pagato la gita. La preside Barzoni, amareggiata per l'episodio, ha detto che non si potrà evitare di prendere in considerazione la gravità del fatto e cercare soprattutto di farlo capire alle famiglie e alle ragazze stesse a carico delle quali potrebbero essere presi provvedimenti disciplinari da parte della scuola.
L'episodio seppur riprovevole rientra nella categoria delle "sciocchezze giovanili" e intristisce perché le conseguenze - soprattutto in ragione della nota di biasimo e di pubblica riprovazione che l'accompagneranno - rischierà di superare di gran lunga il danno in denaro provocato dalle ragazze.