Viadana. Ancora nessuna traccia del rapinatore dell'estetista

Forse conosceva la dislocazione dei locali e come entrare senza essere visto
Una vicenda ancora avvolta nel mistero quella della rapina con una pistola - che non si sa ancora se fosse giocattolo o vera - ai danni del centro estetico Nouvelles Estetique a Viadana in Viale Kennedy. Il centro si trova in un condominio non affacciato sulla strada, il rapinatore deve avere quindi approfittato della porta condominiale aperta per salire due rampe di scale e seguito la titolare fin dentro l'appartamento in quanto si è presentato all'improvviso brandendo una pistola tenuta a due mani minacciando di sparare se la donna avesse continuato ad urlare. Le prime ricostruzioni darebbero il rapinatore (un uomo alto 1,70 con passamontagna) come "conoscitore" della dislocazione dei locali dal momento che ha subito rinchiuso la titolare nello sgabuzzino per poi dileguarsi dopo avere rubato un portatile e il contenuto della borsetta per un totale stimato in 2500 euro parzialmente coperto da assicurazione. La donna ha quindi battuto con un legno sul muro per farsi liberare dagli altri residenti nel condominio. Nessuno si è accorto dell'uomo che scendeva le scale dopo la rapina così come nessuno lo ha visto entrare. Le prime ricerche non hanno dato esito.