Bozzolo. Crisi: locale gay nel capannone

"I Gay hanno più soldi in tasca, più conoscenze e capaci di fare tendenza"
Dalla Gazzetta viene la notizia della scommessa di un imprenditore che ha dovuto lasciare 15 dipendenti a casa per la crisi: aprire un locale "di tendenza" per gay e non solo. Avendo visto alcuni locali sul Garda che "tirano" nonostante la crisi e avendo a disposizione un capannone inutilizzato per la crisi Fiore Compagnoni, imprenditore ha deciso di riconvertire 500 mq del capannone in un bar con zona disco, dark room ecc. Un locale trendy senza concorrenza nella zona. Compagnoni scommette sui gay che hanno più soldi in tasca, più conoscenze e capaci di fare tendenza, insomma l'idea è far comparire dal nulla una attività redditizia. Del resto molti tabù sono stati abbattuti e un locale in cui i gay sono benvenuti non fa certo scalpore in più c'è la possibilità di creare lavoro quando di lavoro ce n'è sempre meno. Il locale sarà riservato, ovvero avrà la forma del circolo, in tal modo si potrà selezionare la clientela cercando di farlo diventare di tendenza. L'idea è certamente innovativa specie per un paese come piccolo come Bozzolo che però si trova tra diverse province ed in grado di attrarre persone da Parma, Cremona e Mantova.