Viadana. Zanazzi incalza Penazzi

Il capogruppo Pd: "O si cambia aria o presenteremo noi la mozione di sfiducia"
Consiglio comunale stasera (ore 19) dall'esito scontato, la mozione di sfiducia presentata dalle minoranze (a meno di colpi di scena dell'ultimo minuto) non passerà senza i voti del Pd che ha già annunciato non ci saranno, si prevede una astensione del gruppo con esclusione di Baracca che voterà contro. Ma Zanazzi fa il "renzi" e incalza il sindaco: "O si cambia o si va a casa" questo il monito del capogruppo Pd, pilastro portante dell'amministrazione - che volendo - potrebbe togliere il sostegno e farla cadere. Per ora il capogruppo pare si limiterà con i "suoi" ad un voto di astensione. Ma d'ora in poi si dovrà a cambiare aria dice Zanazzi stanco delle continue richieste di maggiore coinvolgimento dei consiglieri comunali di maggioranza nel processo decisionale rimaste a suo dire "carta straccia". "Chiederemo un impegno formale - scrive Zanazzi sulla gazzetta - a cambiare rotta altrimenti saremo noi a presentare una mozione di sfiducia".