Viadana. Incendio in piazza: solo danni materiali

I vigili del fuoco giunti tempestivamente grande mobilitazione delle forze dell'ordine
Tanta paura e trambusto ma per fortuna - a parte i danni materiali - non ha avuto conseguenze serie alle persone l'incendio di ieri che ha coinvolto tutta la città. Decine di persone in piazza e un dispiegamento di forze dell'ordine, vigili del fuoco ed ambulanze senza precedenti. Tutto ha avuto inizio - secondo le prime ricostruzioni - verso le 18:30 quando all'interno della macelleria in via Cavallotti vicino al bar  Bulli e Pupe ci sarebbe stato scoppio di un compressore del frigorifero. A prestare i primi soccorsi i negozianti del centro che hanno tentato di domare il principio d'incendio con estintori ma la densità del fumo li ha ben presto dissuasi rassegnandosi a chiamare i vigili del fuoco giunti - raccontano i testimoni - nel giro di soli 5 minuti. Sul posto sono giunti due mezzi dei vigili del fuoco, prima quelli di Viadana, poi quelli di Guastalla, l'ambulanza, i carabinieri e la polizia locale. Solo un ricovero temporaneo per accertamenti sanitari dei titolari visto che erano stati esposti ai fumi. Tutta la zona è stata messa in sicurezza, evaquati residenti degli edifici adiacenti, tolta la corrente all'isolato per timore di possibili esplosioni. 
Già alle ore 20 la situazione si era normalizzata e dall'edificio non usciva più quel fumo che si era in serata sparso per tutta la città ha messo in allarme la cittadinanza.