Viadana. Perso tutto, vive in macchina

La Gazzetta racconta - come articolo principale - la vicenda di un uomo ridotto dalla crisi a vivere in macchina, situazione peraltro che lo accomuna con molti italiani ultimamente. L'uomo, un marocchino di 37 anni, si chiama Mohammed D. e dice al giornale di non avere più reddito, non può pagare un affitto e non riesce più a trovare un lavoro e da oltre un mese - quindi - vive in macchina. Per qualche tempo è stato ospite dei genitori della compagna a Brescello (con la quale ha una figlia)  ora nemmeno quello. Tutta la roba dell'uomo è nel bagagliaio della sua macchina, qualche borsa, scatole di tonno e una coperta. Si lava il viso nelle fontanelle ma non può farsi una doccia di notte parcheggia nell'area del Rugby o nel campo sportivo. L'uomo racconta al giornale che dai 74 chili che pesava una volta ora è pelle ossa e ne pesa solo 59 e confessa che si sarebbe aspettato maggiore aiuto dalle istituzioni. In Comune risulta single ed è precipitato al 59 esimo posto nella graduatoria per gli alloggi. L'uomo si chiede retoricamente sul giornale se deve fare gesti eclatanti come piantare una tenda davanti al comune per essere per avere una casa per vivere con la famiglia.