Ciclovia dell'Oglio

LA CICLOVIA DELL’OGLIO, UN PROGETTO AMBIZIOSO UNISCE GLI IMPORTANTI ENTI DI QUATTRO PROVINCE LOMBARDE
Quando l’unione fa la forza: cinque enti in un asse strategico per il turismo sulle due ruote italiano ed europeo

Comunità Montana di Valle Camonica-Parco Adamello, Comunità Montana del Sebino Bresciano, Comunità Montana dei Laghi Bergamaschi, Parco Oglio Nord e Parco Oglio Sud: un’ unione inedita che ha dato vita a un disegno di grande valore anche simbolico.
Cinque importanti firme per un piano impegnativo, volto alla promozione di un tragitto che percorre il tratto dal Tonale al Po, costeggiando l’Oglio e il Lago d’Iseo: ben 280 chilometri di un percorso che unisce i tratti ciclabili delle aree sopra citate, dal Passo Del Tonale, traversa l’intera Valle Camonica, il lago d’Iseo ed un tratto di Pianura Padana nella parte finale del fiume Oglio, sino al Po.

La via è coperta già dal 70% da piste ciclabili protette e sicure, dopo il lungo iter che ha portato alla messa in sicurezza della Vello-Toline.
Un percorso ciclistico che attraversa quattro province, Brescia, Bergamo, Mantova, Cremona ed è pronto per diventare un network ciclopedonale che supera i confini nazionali: a nord est si collega attraverso il Passo del Tonale con i sistemi ciclopedonali del Trentino e della Valle dell’Adige, a loro volta uniti con quelli della Valle del Reno e del Lago di  Costanza, a nordovest con la Valtellina, la Valchiavenna e da qui con la Svizzera lungo la Valle del Reno, ancora sino al Lago di Costanza. Per quanto riguarda la sezione meridionale il tracciato supera il Lago d’Iseo e seguendo il corso del fiume Oglio, conduce alla rete ciclo pedonale del fiume Po che, attraverso piste in parte già esistenti si spinge fino al delta del maggior fiume italiano ed al Mediterraneo a est, ovvero sino a Torino a ovest.  
La Ciclovia può contare inoltre su molti agganci ferroviari lungo il tragitto e sulla vicinanza con l’aeroporto di Orio al Serio, secondo scalo lombardo.

Si è dunque costruito un circuito strategico, che si inserisce così nella geografia del turismo sostenibile europeo: una rete capillare di itinerari ciclo pedonali interconnessi per congiungere idealmente il bacino del Mediterraeneo al Mare del Nord.
I numeri parlano chiaro: secondo lo studio “European Cycle Route Network EuroVelo”, condotto dalla Direzione Generale per le Politiche Interne del Parlamento Europeo nel 2012 l’impatto economico in Europa del cicloturismo è assai significativo: la stima è di 2.295 milioni di viaggi, per un giro d’affari di 44 miliardi di euro all’anno. Il numero di pernottamenti ammonta attualmente a 20,4 milioni, con 9 miliardi di euro spesi annualmente.
Un vero e proprio boom che continua a crescere anche durante la crisi e che con EXPO 2015 è destinato ad aumentare. In quest’ottica è chiara l’ambizione e l’importanza della Ciclovia dell’Oglio per il turismo della Lombardia, che vuole intercettare larga fetta di questo mercato e favorire un turismo ecologico e salutare attraverso la cultura, natura, sapori e tradizioni antiche.


BIKE TOUR DELL’OGLIO – TONALE SEBINO PO
I 280 chilometri alla prova ufficiale: in bicicletta dal Tonale al Po

Tutti i soggetti organizzatori si sono mossi con entusiasmo per promuovere questo ambizioso progetto: nasce così Bike Tour dell’Oglio – Tonale Sebino Po, una lunga pedalata non agonistica attraverso questo meraviglioso tratto, da nord a sud dell’intero fiume Oglio.
L’evento si svolgerà nei giorni 31 maggio, 1 e 2 giugno 2014; per l’occasione, oltre al prezioso Patronato di Regione Lombardia, sono stati coinvolti nell’organizzazione il Gal Valle Camonica-Val di Scalve, il Golem-Sebino Val Trompia, il Gal Oglio Terre d’Acqua, Coldiretti, Trenord, Ferrovie Nord, Naturcoop, Fiab (Federazione Italiana Amanti della Bicicletta), e Consorzio Navigazione Lago d’Iseo.
La corsa, che coinvolgerà cinquanta cicloamatori, sarà il primo vero test per provare l’itinerario, che sarà poi ufficialmente aperto al pubblico e promosso turisticamente.
Il gruppo di appassionati, che partirà dai 1883 metri di quota del Passo del Tonale, circondati dalle vette e dai ghiacciai del Gruppo dell’Adamello, proseguirà tra i boschi, i laghi alpini, e le aree agricole del fondovalle camuno, fino al Lago d’Iseo dove sul meraviglioso tratto della Vello-Toline si chiuderà la prima tappa. In questa cornice suggestiva si festeggerà l’arrivo dei ciclisti con un altro evento: nel tratto tra Marone e Pisogne, saranno allestite bancarelle con prodotti tipici dei territori attraversati dall’Oglio e le prelibatezze delle terre della Valle Camonica, del Sebino e della Franciacorta. Un'altra grande festa per l’inaugurazione della Ciclovia.
Il secondo giorno la pedalata proseguirà affiancando le colline della Franciacorta, poi sul tratto pianeggiante a cavallo tra le province di Brescia e Bergamo. Si attraverserà così il cuore del Parco Oglio Nord, sino al Comune di Quinzano, (BS), termine dei questa tappa.


L’ultimo giorno si svolgerà internamente in piano, tra le province di Brescia, Cremona e Mantova, nel territorio del Parco Oglio Sud si giungerà sino al Ponte di Barche di San Michele delle Chiaviche, un vero e proprio monumento di livello nazionale, uno degli ultimi esempi di questa tipologia di manufatti ancora praticabili.
L’iniziativa nasce per valorizzare l’intero percorso ciclistico, ancora inedito, ma ha in sé anche grandi progetti per il futuro: un progetto turistico internazionale, che crescerà anche in vista di EXPO 2015, di cui sposa le linee identitarie, mobilità dolce, prodotti tipici e sostenibilità.  


Come iscriversi a Bike Tour Tonale Sebino Po
La partecipazione è limitata ai primi 40 posti.
Tramite mail robertomaffetti@alice.it (per info  Roberto 3356459102) sarà possibile fare richiesta  per l’inserimento in lista , segnalando se il partecipante intende pernottare tutte le tre notti.
Solo dopo conferma del posto disponibile, effettuare bonifico bancario di 100,00€ (cento euro) sul Conto Corrente intestato agli  Amici della Bici Brescia IBAN IT86 M051 1611 2030 0000 0011776  indicando nome e causale (bike tour Tonale Sebino PO)



Sale Marasino (BS), 7 aprile 2014
SULLA VELLO TOLINE I PRODOTTI E L’OFFERTA TURISTICA
DEI TERRITORI BAGNATI DALL’OGLIO
Per festeggiare al meglio  la lunga pedalata inaugurale della Ciclovia dell’Oglio, lungo il tratto della Vello Toline sarà allestita una mostra mercato, dove protagonisti indiscussi saranno i prodotti tipici dei territori attraversati dall’Oglio e le prelibatezze delle terre della Valle Camonica, del Sebino e della Franciacorta.
Ma non ci sarà solo enogastronomia, saranno presenti anche varie associazioni del territorio, per offrire le varie declinazioni della ricca offerta turistica di queste zone: artigianato, manufatti artistici e folklore. Una grande festa, tra stand e shopping, che arricchirà i giorni  del Bike Tour.   
Questo evento vuole inoltre  promuovere turisticamente una zona di suggestiva bellezza, che dopo il lungo iter di messa in sicurezza è stata di nuovo restituita al pubblico: una strada storica, per godere di un itinerario davvero pittoresco, facile da percorrere.
Il tragitto è sempre pianeggiante, e permette di attraversare in successione senza fatica alcune zone caratteristiche, ammirando dei bellissimi scorci panoramici. Da non perdere lo spettacolo del Bogn di Zorzino, un fenomeno naturale sorprendente di roccia e vegetazione a picco sul lago.
La pista ciclopedonale parte alla fine del piccolo borgo abitato di Vello di Marone dove, terminate le case, la strada finisce arrivando ad una sbarra posta davanti alla prima delle brevi gallerie presenti lungo questo percorso. La strada è chiusa al traffico e tutta asfaltata, pianeggiante e larga. Si snoda in riva al lago per circa 5 km, godendo dell’ottimo paesaggio caratterizzato dall’acqua sottostante da una parte e dalle pareti rocciose dall’altra. Un po’ in ombra e spesso presenziato dal vento, questo tratto di pista ciclopedonale termina vicino alla strada statale appena prima di Toline.
Sale Marasino (BS), 7 aprile 2014




BIKE TOUR DELL’OGLIO – TONALE SEBINO PO:

 Il PROGRAMMA


I ciclisti, animati da un forte spirito di gruppo senza alcuna velleità agonistica, percorreranno
compatti e con andatura “turistica” paesaggi e centri abitati molto diversi tra loro.

· 30-05-2014 Pre tour il giorno pomeriggio circa le 15 (da definire ) gli iscritti porteranno le
loro autovetture con bici a Ponte di Barche di San Michele delle Chiaviche .
Un autobus con carrello bici (o autobus con mezzo apposito della CM ) porterà i partecipanti a
Ponte di Legno dov’è prevista la cena e il pernottamento.

· 31 -5-2014 sveglia e colazione , ci portiamo alla partenza della funivia Ponte –Tonale che ci
porterà ai 1.883 metri di quota del Passo del Tonale, circondati dal corollario di vette e ghiacciai del Gruppo dell’Adamello, proseguiranno attraverso boschi, borghi alpini e aree agricole del fondovalle camuno, fino al Lago d’Iseo dove, lungo la Vello-Toline si concluderà la prima tappa.
In questo tratto di straordinaria bellezza - piccolo paradiso incastonato tra lago e roccia - sarà
allestita una mostra mercato dove saranno protagonisti i prodotti locali delle aree coinvolte dal tour ciclistico ed i Comuni e le varie Istituzioni pubbliche e private coinvolte nella promozione
territoriale dell’intera Valle dell’Oglio. Cena sul lungolago e pernottamento
· 01-06-2014 i partecipanti, inforcata la mountain bike, abbandoneranno le sponde lacustri e
superate le dolci colline della Franciaciorta, degraderanno lungo i percorsi ciclo pedonali di pianuraa cavallo tra le province di Brescia e Bergamo, nel cuore del Parco Oglio Nord, sino al Comune di Quinzano (BS), termine della seconda tappa. Cena e pernottamento in zona

· 02-06-2014 ultimo giorno in sella, si svolgerà interamente attraverso la pianeggiante
campagna padana, tra coltivazioni, pioppeti e casali immortalati anche dal capolavoro
cinematografico Novecento di Bernardo Bertolucci. Lambendo le province di Brescia, Cremona eMantova, nel territorio del Parco dell’Oglio Sud si giungerà sino al Ponte di Barche di San Michele delle Chiaviche, uno degli ultimi esempi di questa tipologia di manufatto ancora praticabili, situatonei pressi del punto in cui l’Oglio termina il suo corso, confluendo nel Fiume Po.

All’arrivo saluti delle autorità, musiche popolari , consegna di un presente a ricordo
dell’avvenimento