Sabbioneta. Mostra d'Arte Contemporanea

5 aprile 2014 - ore 10,30
Palazzo Forti, via dell'accademia, 1
SABBIONETA (MN)
inaugurazione della
Mostra d'Arte Contemporanea – II edizione

A Sabbioneta, con il patrocinio e la collaborazione del Comune, sabato 5 aprile alle ore 10,30, presso Palazzo Forti, in via dell'Accademia n1, si inaugura la II edizione della Mostra d'Arte Contemporanea, una vera e propria maratona artistica che in tre mesi vedrà avvicendarsi 40 fra autori, pittori e scultori della bassa padana, mossi dal desiderio di condividere con esperti e profani le loro opere e le loro emozioni in un luogo ricco di atmosfera, cornice ideale per l'espressione dell'Ingenio Umano.
Al vernissage interverranno le autorità locali ed il taglio del nastro verrà affidato all'Assessore alla Cultura dott. Giovanni Sartori.

Gli artisti che si alterneranno a rotazione sino al 29 giugno, saranno presenti ogni sabato e domenica
dalle 10 alle 13 e dalle 14 alle 19, oltre che per le festività di calendario ed in concomitanza degli
eventi in programma a Sabbioneta. La direzione artistica dell'esposizione è affidata al “Club delle
Arti Reggiane”con il supporto della FENALC, Federazione Nazionale Liberi Circoli, il
coordinamento è curato dall'Associazione Sogni di Pietra di Sabbioneta,
La precedente edizione della “Mostra d'Arte Contemporanea 2013” allestita nell'ex Convitto del
Carmine, con il successo di pubblico ottenuto oltre ogni aspettativa, ha incoraggiato gli
organizzatori a farne un appuntamento annuale, offrendo un invito aperto a chiunque voglia
avvicinarsi all'arte in tutte le sue espressioni.
Dal 5 al 13 aprile, i primi quattro pittori che espongono sono: la viadanese Be-Giu (Giuliana
Besana) che con la sua dedizione per l'arte suggerisce di ripristinare il tempo con dei ritmi più lenti
ma anche più intensi; Augusto Fantini che utilizza le essenze del legno alla stregua di una
tavolozza per raccontare i ricordi degli scenari contadini della bassa reggiana; Sergio Pratissoli e
Oscar Taddei che con la loro passione per il disegno inseguono tecniche rigorose, antiche ma
sempre nuove.
Volendo stimolare argomenti di confronto e di dibattito, durante tutto il periodo della mostra
verranno esposte anche opere di scultori, mosaicisti, intarsiatori che utilizzano i materiali più diversi
per concretizzare un'immagine statica e restituirne un'opera duratura nel tempo, per mantenere viva
la memoria.