Lombardia, fondi per lo sport

REGIONE LOMBARDIA STANZIA UN CONTRIBUTO STRAORDINARIO DI 1,6 MLN EURO PER SOSTENERE LO SPORT
ASSESSORE: “INTERVENTO A FAVORE DELLE ATTIVITÀ CONTINUATIVE DI BASE IN UN MOMENTO ECONOMICO DIFFICILE”.
La giunta regionale della Lombardia, su proposta dell’ assessore allo Sport e Politiche per i giovani, ha deciso di stanziare un contributo straordinario di 1 milione e 600 mila euro a sostegno dell’associazionismo sportivo dilettantistico lombardo e per progetti speciali. In particolare, alle associazioni e società sportive dilettantistiche senza fine di lucro è stato destinato 1.000.000 euro mentre i progetti speciali saranno finanziati con 600.000 euro.
I BENEFICIARI – Potranno beneficiare dei fondi le associazioni e le società sportive dilettantistiche senza scopo di lucro che operano sul territorio lombardo, iscritte al Registro Nazionale delle Associazioni e Società Sportive Dilettantistiche, tenuto dal CONI, e del registro CIP. Per quanto riguarda i progetti speciali, si prevede di sostenere specifiche iniziative progettuali. Le modalità relative alla presentazione delle domande di contributo e alla procedura di assegnazione e liquidazione delle risorse verranno stabilite in seguito con un avviso pubblico.  
DIALOGO CON CONI E CIP - “Il Sistema sportivo lombardo, con particolare riferimento al CONI Lombardia e al CIP Lombardia – ha sottolineato l’ assessore regionale – ha evidenziato l’ esigenza di un importante intervento di Regione Lombardia a favore dello sport di base, rappresentato da associazioni e società sportive dilettantistiche, che in questa difficile congiuntura si trova in forte difficoltà finanziaria. Un’ opportunità concreta per rispondere ai bisogni del territorio e salvaguardare i valori sociali che la pratica sportiva rappresenta”.
SOSTEGNO CONCRETO - “Il nostro obiettivo – ha spiegato l’assessore – è quello di sviluppare e sostenere la pratica sportiva per tutte le categorie di popolazione, con particolare attenzione al mondo della scuola, ai meno giovani e alle categorie più deboli, ma anche quello di valorizzare talenti ed eccellenze. Con questo intervento vogliamo sostenere concretamente le spese sostenute per la gestione delle attività svolte dall’ associazionismo sportivo dilettantistico in maniera da favorire lo svolgimento della pratica sportiva dei tesserati lombardi”.