Viadana. "Sos per il ponte"

Ponte su Po, piloni talmente scrostati che si vedono i tondini di ferro delle armature affioranti ed arrugginiti. Non è una scoperta dovuta a chissà quali esami di laboratorio ma un'evidenza che tutti i cittadini possono osservare in via al Ponte (zona Bortolino). La strada che conduce al ponte vecchio - incrociando da sotto quello nuovo - rivela evidenti segni di degrado nei piloni affioranti che lasciano scoperte le strutture interne. Ma nessuno può vedere quelle immerse sottoposte al logorio costante della corrente. la Gazzetta nell'articolo ricorda che - a detta degli esperi del ramo - questi manufatti in cemento armato devono essere sottoposti a seri interventi di manutenzione almeno ogni 40anni. Le autorità negli anni scorsi sono intervenuti per restaurare le pile 7 e 8 situate nell'alveo del fiume Po in quanto i piloni erano soggetti a fenomeni di erosione e scalzamento. La priorità è quindi stata ragionevolmente data ai piloni dentro il fiume molto più sollecitati, i piloni invece in terra (salvo casi di piene) non sembrano essere una priorità negli interventi finanziati per ora.