L'ospedale Oglio Po potrebbe perdere il "Pronto soccorso"

L'apertura della Provincia viene ancora una volta dedicata ad importanti aggiornamenti riguardanti l'ospedale Oglio Po di Vicomoscano alle prese con i tagli regionali alla sanità. La notizia di ieri era che che la struttura ospedaliera potrebbe essere "declassata" da ospedale a tutti gli effetti a un ben più piccolo ospedale di Comunità senza il Pronto soccorso. A lanciare l'allarme e chiamare alla raccolta per una mobilitazione è stato il sindaco di Bozzolo - Giuseppe Torchio. Oggi, sempre sulla Provincia, c'è la presa di posizione netta non meno allarmistica del sindaco di Dosolo, Madeo. Il quale Madeo, come membro dell'assemblea sei sindaci, ha lanciato in quella sede l'ipotesi da evitare, ovvero che l'Oglio Po venendo declassato perda il Pronto soccorso. Il che significherebbe per il cittadino dover andare o a Cremona o a Guastalla, caricando questo ultimo ospedale di un surplus di lavoro che la struttura non potrebbe sopportare senza andare a scapito della qualità del servizio erogato. Madeo - che del problema è esperto essendo sindaco, ma anche medico - dice senza mezzi termini che se l'Ospedale Oglio perdesse il pronto soccorso sarebbe la fine di qui l'esigenza di una forte mobilitazione. Una mobilitazione che si può dire necessaria a partire dai cittadino in quanto, ai piani alti tutto è già stato pianificato e se non ci sarà una reazione forte dei cittadini ancora una volta si osserverà silenti all'ennesimo impoverimento dei servizi.