Bozzolo. Disaccordo sul conto: cinese spara a marocchino

Rocambolesca avventura in un bar di Bozzolo, secondo la ricostruzione della Provincia sarebbe scoppiata una disputa tra un marocchino di 29anni e il titolare cinese del circa il prezzo di una consumazione. Pare che il primo non volesse pagare la cifra chiesta. Il titolare del locale ha quindi preso una di quelle pistole a gas di libera vendita e gli ha sparato in faccia procurandogli ferite ad una occhio. Il giovane marocchino deve avere rivisto il flash della sua vita in un attimo quanto ha visto il cinese puntarli un arma e sparargli in faccia a bruciapelo; altri sarebbero morti d'infarto. Il cinese 25enne d'altro canto deve avere perso davvero la calma se è sceso alle vie di fatto per una consumazione al bar, anche se, bontà sua, ha usato una pistola che è poco più di un giocattolo in libera vendita nei negozi dei connazionali a pochi euro. Tuttavia, per rendere l'arma più "persuasiva" l'ha caricata, anziché con le solite palline di plastica, con un tipo in alluminio. Il sindaco Torchio ha dichiarato: "E' ora di dargli un taglio". Il fatto è avvenuto all'alba.