Viadana. Elezioni 2015: una poltrona per 5

Dalla redazione di Mantova un articolo di F. Romani sulla politica a Viadana in vista delle elezioni anticipate di questa primavera. Il giornalista passa in rassegna le varie compagini che si contenderanno (da sole o in coalizione) la guida amministrativa di Viadana retta ora dal commissario prefettizio dopo la caduta dell'amministrazione. L'articolo cerca di capire - a bocce ancora in movimento - chi saranno le persone che si candideranno alla poltrona di sindaco. Se ne prevedono 5. Cominciando dall'unico già designato, Cavatorta per la Lega. Nel centrodestra le cose sono ben lungi dall'essere definite con una parte della coalizione che punterebbe su un accordo tra Fi, ndc, e udc e su Anzola (ex vice-sindaco) come candidato anche se altri che lo considerano troppo legato alla precedente amministrazione. l'incertezza nel centrodestra viene anche dal fatto che potrebbero giungere ordini dall'alto per riformare l'alleanza Fi-Lega, "strappando gli azzurri dalla coalizione centrista". Dall'altro lato si ha un fronte di sinistra formato da Sel ed ambientalisti col "possibile apporto di una parte dell'ex maggioranza in rotta col Pd". Nel futuro del Pd, Romani, vede due ipotesi: o un accordo tra tutte le forze della sinistra in coalizione o delle primarie generali che decidano un candidato condiviso. In questo quadro ancora confuso si inserisce il Movimento 5 Stelle che per ora non ha deciso candidati "Nomi al momento non ne circolano - scrive Romani. Ma non è finita, Romani vede come possibile il ripescaggio dell'ex sindaco Pavesi "per evitare di riconsegnare Viadana nelle mani del centrodestra".