Viadana. Il Comune vuole i soldi dei parcometri

Parte degli introiti - un aggio - dei parcometri - le famigerate strisce blu che delimitano i parcheggi a pagamento a Viadana finivano nelle tasche di una ditta bergamasca. Fin qui tutto regolare c'era un regolare contratto di do ut des. Qualcosa è andato storto però e non solo il Comune ha rescisso il contratto ma ha ingiunto alla ditta di pagare gli arretrati al Comune.
Il sindaco pro-tempore di Viadana è ora il commissario prefettizio la quale sembra si stia dando da fare con energia e determinazione per consegnare nelle mani del sindaco che uscirà dalle urne in primavera il comune coi conti a posto e senza conti in sospeso, soprattutto.
Di ieri la notizia che ha rotto l'accordo del piazzale della Libertà (con multa allegata) e di oggi che parimenti ha rotto con la ditta dei parcometri oltre ad un'ingiunzione di pagamento di oltre 67 mila euro per arretrati. Risultato: i vigili prendono ad interim l'incarico come dice la Gazzetta che nell'articolo aggiunge che il commissario che opera in quadro di: "revisione e sistemazione dei conti e delle pratiche burocratiche da tempo avviata dal commissario prefettizio Isabella Alberti".