Viadana. I progetti partono dal basso

L'arena spettacoli: la nevicata ha dato il colpo di grazia
Sulla Provincia in una bella inchiesta si fa il punto della situazione riguardo al parco in Golena Baden-Powell e la golena del Po di Viadana, che non è ancora stata sfruttata a dovere. Iniziative quindi partono dal basso con progetti concreti e spontanei da parte di gruppi di cittadini che definire solo interessanti è riduttivo.
Scout: "Un campo estivo con bivacco e camping"
Si parte con i gloriosi scout di Viadana (al cui fondatore è dedicato il parco stesso) che consapevoli della loro capacità costruttiva ed organizzativa propongono di allestire un campo attrezzato per bivacchi e con arredi per camping auto-costruiti (con pallet e altri materiali riutilizzabili). Addirittura gli scout - spiega Elia Ruberti- si rendono disponibili a tenere pulita l'area che prevede anche una radura aperta per il gioco all'aria aperta dei più piccini.
Viadana Bike: "Percorsi ciclabili nei sentieri della golena"
La seconda proposta viene dagli appassionati della bicicletta accoppiata con l'amore per la natura e la riscoperta dei luoghi nascosti o dimenticati di Viadana. I bikers viadanesi - riferisce Damiano Oliva - hanno riscoperto un sentiero sconosciuto per inoltrarsi nei boschi selvaggi della golena viadanese ed arrivare al fiume senza passare per la consueta via al ponte. Una iniziativa che che se riuscirà a coinvolgere anche i bikers meno agonistici è destinata a sicuro successo anche in termini di numeri.
ConFido: "area attrezzata per i nostri amici cani"
La terza iniziativa è su proposta della associazione viadanese Confido che propone con Denis Gnaccarini un'area recintata per un campo giochi e sgambamento cani senza pericolo e con regole precise.