"Ponte di Casalmaggiore: La gente ne ha bisogno adesso"

Ponte di Casalmaggiore chiuso.
E' impensabile che le popolazioni rivierasche debbano aspettare le calende greche per poter avere un ponte transitabile sul Po.
Si parla di anni e anni per fare un ponte nuovo. E nel frattempo? Facciamo morire le aziende e mortificare la popolazione con ulteriori spese  disagi?
La via interrotta tra Emilia e Lombardia - per i disagi che comporta alle popolazioni - è da considerarsi al pari di una calamità che non produce morti ma gli stessi danni. Perciò l'idea di Ferroni che a livello locale ha fatto conoscere una terza via oltre quella di una riparazione tampone di cui si discuterà in consiglio. Ossia l'ipotesi che intervenga un'azienda tipo "Megacostruzioni" di focus, il colosso olandese/italiano Janson Bridging che in quattro e quattr'otto (6 mesi) è in grado di realizzare un ponte smontabile transitabile nei due sensi anche da camion. D'altra parte se ci riuscivano gli antichi romani a costruire su due piedi ponti militari nei fiumi della Germania a maggior ragione ci riescono oggi con le ultime tecnologie.  Quindi è' meglio aspettare le calende greche per avere un ponte meraviglioso oppure stendere un ponte d'emergenza smontabile entro 6 mesi? La risposta della gente è ovvia! dateci il ponte subito!. Facciamo il ponte smontabile poi si costruisce il ponte nuovo con calma, ma nel frattempo fateci transitare! I particolari sulla Gazzetta di oggi.