Viadana/Casalmaggiore - Chiusura punto nascite all'Oglio Po

Viadana/Casalmaggiore - Chiusura punto nascite all'Oglio Po
Si spera ancora e a gente si mobilita (ieri manifestazione davanti all'ospedale) per contrastare una decisione che alla luce della situazione (che vede gli italiani non fare più figli) come minimo paradossale. Invece di agevolare le nascite si ostacolano. Appare così irrazionale la decisione di chiudere il punto nascite a Casalmaggiore che costringerebbe le puerpere a fare circa 100 kilometri (per recarsi a Mantova o a Cremona) per partorire. Non si capisce in quale iperuranio siano andati a pescare questa idea di chiudere un presidio indispensabile per migliaia di persone del distretto Oglio-Po soprattutto in una logica di necessità nazionale d'incentivare le nascite per contrastare l'invecchiamento della popolazione. Articolo sulla manifestazione sulla Gazzetta di oggi