Vacanze bloccate. Bagni vietati a Rimini

Vacanze bloccate. Bagni vietati a Rimini
L’acqua è trasparente, il mare azzurro ma in spiaggia i bagnini devono issare la bandiera rossa che segnala il divieto di balneazione. Tale disposizione è estesa oltre a Rimini, a Cattolica, Lido di Volano, Savignano, San Mauro e Cesenatico. Evidente lo sconcerto dei vacanzieri e il panico dei gestori dei bagni che vedono minacciata la propria attività nel pieno della stagione. Tutto nasce dal prelievo delle acque che - come da calendario - è stato fatto lunedì in 95 punti della costa emiliano-romagnola che ha riscontrato livelli fuori norma di batteri sicché i comuni di competenza hanno emesso divieto di balneazione. Per i Bagnini il mare è pulito e balneabile molto più degli scorsi anni solo che i tecnici hanno fatto i prelievi proprio quando giungeva in mare il materiale delle piogge di sabato e domenica ma l'emergenza è già passata e gli esami dei prossimi giorni rileveranno che l’acqua è pulita e balneabile. I Bagnini sono a dir poco seccati che i tecnici non abbiano derogato qualche giorno affinchè si smaltissero gli effetti delle piogge (deroga consentita per fenomeni meteo che alterano le statistiche) per fare i rilievi mentre i tecnici dicono di essersi attenuti al calendario, al protocollo e alle normative. Se hanno ragione i bagnini tutto si risolverà già nelle prossime ore.
(Fonte: Gazzetta di Mantova)